Elay Li

1985, Azerbaigian

Elay Li è un giovane artista nato nel 1985 a Nakhcivan in Azerbaigian. Inizia i suoi studi nel 2002 alla Nakhchivan State University e si iscrive successivamente all’Accademia di Belle Arti dell’Azerbaijan dove si laurea nel 2010. Nel 2013 decide di continuare ad affinare i suoi studi e sceglie di trasferirsi in Italia, fa diverse esperienze tra Bari e Napoli, poi mira a Milano, dove si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Brera in cui si laureerà nel 2017.  

Dopo alcune sperimentazioni scultoree, la sua principale destinazione artistica diventa la pittura, attraverso la quale riesce a mantenere forme figurative al confine dell’invisibile su tele monocromatiche. Approfondisce le sue ricerche sulla pittura materica, sulla distribuzione del colore e sulla riflessione della luce.

scarica il CV
GART Collection

Quest’ opera è presente in Gart Collection, la nostra collezione privata composta dalle opere per noi più significative degli artisti che sosteniamo.
Se sei interessato all’acquisto di quest’opera, scrivici per maggiori informazioni.

scopri GART Collection

Red Drink 2021

olio su tela

Elay Li.
La critica GART.

Elay Li - Gart
Elay Li
Francesca Carbone - Gart
Francesca Carbone

Elay dipinge persone assorte nello svolgere azioni comuni, come bere un drink in questo caso, in una condizione quasi a-temporale che dona loro una certa sacralità, sembrano definirsi come simbologie contemporanee.

tutti gli artisti

Elay Li non dipinge in termini di trasparenze e sfumature, ma controlla l’esatta densità del colore e l’intensità della pennellata. 

Rappresenta frammenti di esperienza strappati al contesto. Non vengono mai forniti troppi dettagli di circostanze o situazioni specifiche, per cui le sue opere conservano il profondo potere di influire sull’immaginazione di chi le osserva. 

La pittura di Elay si esaudisce dipingendo la tela con un solo colore, può essere il blu, il magenta, il giallo, l’arancione o il grigio, che delicatamente viene pettinato in modo da ottenere sulla superficie una risonanza visiva. La luce evidenzia le trame e gli spessori della materia, creando percezioni volumetriche che configurano personaggi, a volte oggetti o animali. 

Rielabora le teorie che il secolo scorso partorirono la stesura monocroma, guarda Malevich, Rothko, poi Klein, Castellani, e ne trova un’evoluzione: “l’enorme vuoto” è stato finalmente riempito. L’anima figurativa trova spazio nel monocromo.

Francesca Carbone

Vorresti acquistare un’opera dell’artista?

Scrivici e contatteremo l’artista per scoprire se sia ancora disponibile.

"*" indica i campi obbligatori

Consenso*
Consenso
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Tutte le opere

GART Collection

Quest’ opera è presente in Gart Collection, la nostra collezione privata composta dalle opere per noi più significative degli artisti che sosteniamo.
Se sei interessato all’acquisto di quest’opera, scrivici per maggiori informazioni.

scopri GART Collection

Red Drink 2021

olio su tela