Daniela Madeleine Guggisberg

1963, Svizzera

Daniela Madeleine Guggisberg è una scultrice svizzera, nata a Zurigo, che dal 1994 ha trovato tra le colline dell’Alta Langa il luogo ideale per condurre la sua ricerca artistica. Il suo lavoro è una componente fondamentale della sua vita, improntata sulla cura della natura e sulla meditazione.

L’ispirazione per la realizzazione delle opere viene colta dagli elementi naturali e dalla ricerca di un equilibrio interiore. Con le sue sculture ricerca la più profonda essenza della materia attraverso la sintesi della forma, bilanciando il vuoto con il volume, rispettando e valorizzando le proprietà dei materiali con la perfetta levigatura e con l’esaltazione della superficie naturale.

FOGLIA 2016

35x64x15cm marmo nero di orme
Empty, 2023

empty 2023

30x140x30cm marmo rosa del Portogallo e ferro ramato

Vongola 2020

Portoro

Sorriso 2021

Rosa del Portogallo

Ondulata 2014

Nero di Ormea

Infinito 2008

Pietra Dorata

Fungo marino 2021

Pietra Calcarea

Mostre in corso

In corso
In corso
29 Marzo - 31 Maggio 2024

Mostre passate

Radici connesse – Cristina Saimandi, Daniela Madeleine Guggisberg Gartour
Conclusa
07 Aprile - 07 Aprile 2024
Ansèm - Enjoy Life Together - Alba (CN)
G r o up Exhibition
Conclusa
26 Ottobre 2023 - 31 Gennaio 2024
The GART present&future Collective 2022-2023
Conclusa
03 Dicembre 2022 - 26 Febbraio 2023

Daniela Madeleine Guggisberg.
La critica GART.

Daniela Guggisberg - Gart
Daniela Madeleine Guggisberg
Francesca Carbone

Nel lavoro di Guggisberg e Aletti l’esigenza della visione personale e il bisogno contrastante della pietra di mantenere il proprio valore, la propria natura, sono perfettamente riconciliati.

tutti gli artisti

Questa riconciliazione non porta tuttavia alla risoluzione statica di un climax o di una fine ma ad un’armonia di forze contrapposte tenute in sospensione. La riconciliazione delle forze contrastanti nelle sculture di Guggisberg e Aletti è fatta di equilibrio dinamico e di tensioni perfettamente controbilanciate tra forme armoniose e materiali pesanti. Vengono prodotte forti tensioni tra vuoto e volume, tra pietra originaria e perfetta levigatura. L’impressione finale tuttavia è quella di una riconciliazione di opposti, un perfetto balance.

Si può dire che non ci sia un significato assoluto e statico in queste sculture, il significato può stare nel cambiamento emotivo ed intellettivo che il contemplarle opera dentro di noi.

Le opere di Daniela Madeleine Guggisberg e Daniele Aletti ci domandano di essere assorbite, di essere ricreate nella nostra memoria, stimolandoci immediatamente a dar loro un’interpretazione.

Francesca Carbone

Vorresti acquistare un’opera dell’artista?

Scrivi per maggiori informazioni.

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Tutte le opere

FOGLIA 2016

35x64x15cm marmo nero di orme
Empty, 2023

empty 2023

30x140x30cm marmo rosa del Portogallo e ferro ramato

Vongola 2020

Portoro

Sorriso 2021

Rosa del Portogallo

Ondulata 2014

Nero di Ormea

Infinito 2008

Pietra Dorata

Fungo marino 2021

Pietra Calcarea

Conchiglia 2017

Pietra Calcarea di Finale

Barca Lunga 2013

Iscriviti alla nostra
mailing list

Riceverai aggiornamenti sui nostri artisti, mostre, eventi e altro ancora.

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.